Bicicletta a scatto fisso. La moda su due ruote!

Camminando per strada, che voi siate in città o in aperta campagna, vi sarà sicuramente capitato negli ultimi tempi di incontrare qualche persona su una bicicletta. Fin qui niente di strano, almeno fino  quando guardando meglio vi siete accorti che quella bici risultava essere un pochino diversa dalle altre che siete abituati a incontrare tutti i giorni. scatto fisso1

Simile ad una bici da corsa, con i colori sgargianti, molte volte con ruote fluo e telaio tinta unita con sellini alti e colorati. Molto basica ed essenziale nella linea, quasi antiquata, ma nello stesso tempo così futuristica. Ebbene stiamo parlando delle bici “Fixed” ovvero, biciclette a scatto fisso.

Incuriosito da tutte queste biciclette che vedevo in giro, ho voluto prima di tutto capire il motivo per cui la maggior parte della gente, soprattutto in città, usasse questo modello così particolare e poi, cosa per me importante e divertente, provarla!

La differenza tra questa tipologia di bicicletta ed una normale, sta proprio, come dice il nome, nello “scatto fisso”: la ruota posteriore, ha un unico rapporto ( in fase di acquisto molte volte puo’ essere scelto in base al proprio utilizzo quotidiano) che e’ fissato e collegato alla catena in modo da non permettere la “ruota libera, ovvero, la possibilità di muovere i pedali a vuoto al contrario senza influenzare l’andamento della bicicletta. In poche parole, la pedalata all’indietro corrisponde ad una frenata con la ruota posteriore. Molte bici di questo genere montano solo un freno anteriore sul manubrio, pero’ vi potrà capitare di vedere manubri senza freni, ma ovviamente per motivi di sicurezza stradale, questo non è consentito.

E’ estremamente di tendenza. I colori sono i più svariati ed il prezzo è – a parità di qualità –  leggermente superiore rispetto alle altre tipologie di biciclette classiche, con la differenza che molte marche permettono di personalizzare al massimo il proprio mezzo con un conseguente innalzamento di prezzo.

Lo scatto fisso deriva dalle biciclette di una volta, che potevano essere anche di uso quotidiano. Ora lo scatto fisso è utilizzato soprattutto su bici da corsa per allenamento sulla pedalata o indoor. Molte biciclette sono riadattate semplicemente con qualche modifica fatta da chi ne capisce e ridipinta con colori a scelta. Sicuramente la scelta più economica.

La mia esperienza di prova su questa bici mi ha fatto subito sorgere una domanda: Perchè?scatto fisso2

Devo essere sincero dicendo che in quanto a comodità e sicurezza ero titubante. Per chi come me non è abituato, la trovo una soluzione poco pratica e difficile da utilizzare in città, quindi non è facilmente capibile la motivazione del suo utilizzo, ma prendendoci dimestichezza tutto diventa più semplice. In quanto a estetica che dire? Si abbina perfettamente con le mode del momento e oltre ad essere utilizzata da genere hipster con barba, occhiali colorati e cuffie che siamo abituati a vedere sul sellino di questa bici, io la trovo sposarsi perfettamente anche con il genere giacca e cravatta con caschetto. Una unione di stili così differenti che fanno cool in modo pazzesco grazie anche ad una scelta di mezzo di trasporto senza costi di carburanti, di parcheggio e un ritorno al vintage rimodernizzato .

Oltre a tutto questo rimane una cosa da dire: comoda o scomoda che sia, quando sarete fermi al semaforo in città e girandovi vi vedrete riflessi su una vetrina con la vostra bici a scatto fisso, vi sentirete molto fashion e capirete che: tutta quella fatica che fate per frenare ogni volta, il cercare di rimanere in equilibrio su quel sellino così alto, il cercare di pedalare salvando i propri stinchi dai pedali che continuano a sfuggire e girare per inerzia, bè, in quel momento arriverete alla conclusione che forse ne era valsa la pena imparare ad andarci.

Luca T